Quaresima 2018

In quest’anno giubilare della nostra Cattedrale, come «Centro Pastorale Evangelizzazione e Catechesi», «Ufficio Liturgico» e «Caritas Diocesana», abbiamo scelto di incentrare il tema della Quaresima 2018 proprio sulla Chiesa.

Al fine di presentare nella Diocesi una proposta organica, riprendiamo gli spunti suggeriti dal Sussidio offerto dalla Pastorale Giovanile per l’anno 2017/2018 «Dedicato a te» (http://www.pigipisa.it/contestiamo3/).
Scegliamo di parlare della Chiesa abbinando il Vangelo della domenica, un punto della Cattedrale e un tema di riflessione.

Prima domenica: Pensando alla cattedrale, potremmo rappresentare il luogo dell’incontro con le panche: è lì che ci si siede gli uni accanto agli altri. Dato che il Vangelo della domenica parla delle tentazioni, suggeriamo di declinare le relazioni nell’ottica dei desideri e delle paure che costantemente abitano i nostri rapporti. Se le panche sono il luogo dell’incontro e del dialogo, potrebbe essere utile valorizzare anche lo scambio della pace durante la liturgia.

Seconda domenica: il brano di Vangelo è quello della Trasfigurazione. Pensando alla Cattedrale, la Trasfigurazione viene abbinata all’abside in cui è raffigurato il Cristo Pantocratore.
Per questo uno spunto di riflessione potrebbe essere quello del tema del futuro e, durante la liturgia, si potrebbe valorizzare la presentazione dei doni (come il Pane e il Vino, per l’azione dello Spirito diventano Corpo e Sangue di Cristo, così anche la nostra vita, per mezzo dello stesso Spirito, può diventare veramente straordinaria)

Terza domenica: Gesù che scaccia i venditori dal Tempio ci ricorda l’importanza del discernimento che dobbiamo fare nella nostra vita per scegliere che cosa tenere e che cosa, invece, è bene lasciare. Pensando alla Cattedrale il punto di riferimento è l’altare, luogo della memoria:
il cristiano, infatti, è colui che è chiamato a togliere il rancore dalla propria vita e a scegliere una memoria riconciliata. Per questo potrebbe essere utile, in questa domenica, valorizzare l’atto penitenziale.

Quarta domenica: è la domenica del serpente innalzato e del Crocifisso. Rifletteremo per tanto sul tema degli affetti, dato l’amore che Cristo ha per noi: Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito» (Gv 3, 16). Durante la liturgia potrebbe essere valorizzato il momento della proclamazione della Parola: la Scrittura, infatti, è la grande lettera d’amore che Dio ha scritto a tutta l’umanità.

Quinta domenica: i Greci chiedono a Filippo di vedere Gesù. Ogni persona è chiamata a vedere Gesù, soprattutto nella vita dei cristiani. In questa domenica, pertanto, guarderemo alla porta centrale della Cattedrale. È la porta che ci invita a uscire per portare l’Eucaristia nella vita di tutti i giorni. In questa domenica, pertanto, la Chiesa Pisana farà una raccolta di carità per i poveri.

Per accedere al materiale copia il link o premi sul pulsante qui sotto.


clicca qui